Porto di Barcellona

Il Porto di Barcellona è una delle zone più turistiche e importanti della capitale catalana poiché funge da accesso marittimo per tutto il territorio spagnolo. Questo spazio venne eretto all'inizio del XV secolo insieme alla città che andava prendendo forma. La prima pietra di quello che sarebbe poi stato il porto definitivo venne posta nel 1477 sotto il regno di Giovanni II d'Aragona. Così come la città, il porto di Barcellona si estese progressivamente fino a trasformarsi nello spazio che attualmente conosciamo.



Nella zona portuaria incontrerai quattro scenari molto differenti. Il primo è il porto commerciale, dove attraccano tutte le navi da carico container. Il secondo spazio della zona è il porto cittadino, in cui si trovano le navi da crociera, i traghetti e le imbarcazioni da diporto. Infine, si incontrano due zone conosciute come porto logistico ed energetico. In esse sono ubicate le principali infrastrutture che forniscono trasporti e servizi elettrici a tutto il territorio catalano.

Con i suoi 35 terminal, il porto ha una superficie di 829 ettari e i suoi moli si estendono per un totale di 20 chilometri. Oltre alla sua funzione commerciale, la zona marittima è una delle più frequentate della città. In essa è possibile passeggiare piacevolmente percorrendo il porto da un'estremità all'altra o, semplicemente, sdraiarsi sulla sua spiaggia fino al tramonto. Al calar della sera, l'atmosfera non peggiora, ma si intensifica. La zona offre un'ampia scelta di ristoranti di grande qualità, bar e discoteche per godersi la festa barcellonese.

È bene segnalare che la zona del porto non è né una zona facile in cui trovare un posteggio, né una zona semplice da raggiungere con i mezzi pubblici. Per questo motivo ti consigliamo di parcheggiare la tua auto nel nostro parcheggio ubicato in calle de l'Abat Safont n. 2, vicino alla zona portuaria.